Benvenuti a San Leucio del Sannio

Zollo: non temiamo nessuno

Stampa PDF

 

Leucio ZolloLeucio Zollo, leader del gruppo ‘Uniti per la nostra terra’, rilascia ad Ottopagine le sue prime dichiarazioni da candidato alla carica di primo cittadino. Già da tempo era nell’aria la sua candidatura a sindaco ma si parlava anche di un’alleanza di centro-destra che comprendesse Nascenzio Iannace, oggi capolista di ‘Rinascita sanleuciana’.

Quali sono stati meccanismi che hanno portato alla formazione del suo gruppo e come mai non si è creata una convergenza con Iannace?

“La mia candidatura è nata dalla volontà di alcuni amici storici che mi hanno indicato come ideale primo cittadino e mi hanno sostenuto. È venuta naturalmente per il mio modo di fare, perché ci tengo alla comunità e quando ho potuto, ho sempre apportato il mio aiuto. Sono un sanleuciano doc. Iannace era con me all’opposizione nell’ultima amministrazione, ma ad un certo punto si è staccato creando un gruppo autonomo. Prima che l’amministrazione si sciogliesse gli ho chiesto più volte di stare uniti, ho continuato a farlo anche dopo, proprio per creare un gruppo coeso, ma non c’è stata disponibilità”.

Nonostante questa ‘scissione’ attraverso la pagina facebook della sua lista ha rivolto a Iannace i suoi auguri, ponendo un sigillo di pace. Una politica del fair-play?

«Mi ispiro al rugby, nel momento della competizione si combatte ma dopo si festeggia insieme. Se vincessimo noi, apriremmo subito alla minoranza. Al contrario se dovessimo perdere saremmo disponibili alla collaborazione. Voglio lasciarmi alle spalle le polemiche, mi auguro che sia una competizione priva di polemiche sterili».

Nel suo gruppo è presente Giovanni Varricchio, esponente del Pd, ma si era parlato anche di trattative con Albino Ricci, l’altra anima del democratici sanleuciani. Quali sono state le trattative e come si sono svolte?

«Abbiamo interloquito con tutte persone moderate, come lo è Varricchio, e che intendessero perseguire risultati con tranquillità senza pensare di demolire qualcun altro. Abbiamo parlato con Ricci, ma non con Carlo Alberto Iannace (altra ‘ala’ del Pd ndr), lui non ha voluto. Benché meno con il ‘Movimento civico’, è un gruppo nuovo».


Condividi
Leggi tutto...
 

Comunali. San Leucio del Sannio, Feleppa: “San Leucio avrà una veste nuova”

Stampa PDF

Eugenio Feleppa

“Sono pronto con quanti hanno contribuito a mettere su il nostro programma a scendere nell ‘arena. Il combattimento spero sia leale perchè i colpi bassi fanno terribilmente male e non servono a risolvere minimamente la problematiche che hanno affievolito negli ultimi trent’anni le energie del nostro San Leucio”. Così Eugenio Feleppa, candidato alla carica di sindaco con la lista n°3 ‘MOVIMENTO CIVICO per SAN LEUCIO DEL SANNIO’.

“Non voglio assolutamente accusare nessuno - continua Feleppa - perchè è un diritto che non voglio e non posso pretendere in quanto anche io ho fatto poco, scelte sbagliate, ho creduto che rimuovere ostacoli fosse impossibile, ho cercato fuori un paradiso che potesse darmi risposte valide alle mie aspettative di giovane in cerca di pianificazioni progettuali che potessero realizzare i miei sogni di ragazzo. Un ragazzo non lo sono più, sono entrato negli ….anta e col senno di poi mi sono guardato intorno e ho cercato, cerco, nella mia terra di realizzare quel progetto che non può nascere dal sogno ma dal lavoro, dall’impegno concreto che la mente può elaborare e la mani fare. Il progetto è stato disegnato: la lista n°3 Movimento Civico per San Leucio del Sannio che mi vede come leader ha analizzato la situazione attuale del paese e per ogni caso critico che lo vede coinvolto ha stilato un percorso di risanamento che cercherà di risolvere gli strappi sociali, economici, culturali, che dagli anni settanta in poi si sono avuti sul nostro tessuto. Dico risanare gli strappi e non indossare un vestito nuovo perchè per quello ci vorrà tempo, tempo e lavoro ma è necessario che il nostro paese acquisti credibilità a livello individuale prima comunale e provinciale poi. Bisogna gettare via quel senso di capitolazione che avvilisce il cittadino cominciando a coinvolgerlo direttamente e fattivamente nel programma di risanamento che il mio gruppo si è proposto. Non si può arrivare agli ….anta e non sapere ancora, cosa si può fare da grandi. In questo caso i corsi di formazione professionali previsti dal gruppo che rappresento serviranno ai giovani a dire “io sono, io so, io posso”. La qualifica professionale serve per creare attività, lavoro, imprese che diano prestigio e fondi al nostro territorio. Dalle forze lavoro altamente professionali il nostro paese potrà risollevarsi prima economicamente e poi socialmente e culturalmente.

 

 


Condividi
Leggi tutto...
 

Rispetto alle elezioni del 2009 il doppio delle liste

Stampa PDF

Una competizione foriera di contese: è questo il dato che connoterà la campagna elettorale che si appresta ad avviarsi. Rispetto alle elezioni del 2009 la politica sanleuciana si presenta all’appuntamento alle urne con uno scenario completamente diverso.

Allora furono due le liste presentate: ‘Lista civica orgoglio sanleuciano’ con Carlo Iannace candidato sindaco e la lista targata ‘Il Popolo della libertà’ con Romeo Furno Capolista. Completamente diverso risulta il quadro politico attuale.

Quattro sono le liste presentate: ad eccezione della lista del ‘Movimento civico per San Leucio del Sannio’ espressione di un gruppo di attivisti del MoVimento 5 stelle con Eugenio Feleppa candidato sindaco, le altre tre (‘Uniti per la nostra terra’ di Leucio Zollo, ‘Rinascita sanleuciana’ con Nascenzio Iannace e ‘Paese mio’ con Albino Ricci) sono il frutto di divisioni consumatesi all’interno del Pd e del centro-destra.

 


Condividi
Leggi tutto...
 

«Progetti utili per il paese» - Intervista a Nascenzio Iannace, membro del coordinamento provinciale Pdl

Stampa PDF

 

Nascenzio IannaceNascenzio Iannace, membro del comitato provinciale del Pdl, oltre che coordinatore comunale del partito, anticipa ad Ottopagine alcuni dei progetti di “Rinascita sanleuciana”, che quasi sicuramente costituirà una propria squadra per la prossima competizione elettorale. Iannace innanzitutto chiarisce che «il nostro impegno in questa fase è costruire un progetto politico che sia effettivamente in grado di recuperare il paese. Siamo stati in piazza, abbiamo raccolto le proposte dei cittadini.

Proprio nei giorni scorsi abbiamo distribuito dei questionari che abbiamo invitato a presentare la scorsa domenica mattina, in piazza Municipio. Quel che è emerso è una grande stanchezza, si chiede un rinnovamento della classe dirigente del paese: un punto di discontinuità con le esperienze del passato». Tra le istanze presentate e pubblicate sulla pagina facebook del gruppo molte riguardano la riattivazione dei servizi attualmente sospesi come «la mensa scolastica e lo scuolabus». Ma soprattutto si chiede alla futura amministrazione «di lottare per mantenere la gestione su scuole elementari e medie per consentire ai bambini sanleuciani di avere quantomeno la formazione culturale di base nel proprio territorio». Ma Iannace aggiunge alle istanze presentate dei punti che siano anche leve di sviluppo per l’economia locale «è stata accolta con favore la proposta di Carmine Cavuoto, esponente del nostro gruppo di creare dei collegamenti tra il nostro paese e l’Università del Sannio. In particolare è stato proposto di destinare il Palazzo Zamparelli ad un centro di studio universitario, di sottoscrivere un accordo per uno sgravio sull’Imu per i cittadini che concedono in locazione agli studenti gli appartamenti sfitti del paese a canone agevolato e di sottoscrivere un accordo con i comuni limitrofi per creare dei servizi di collegamento autobus con la sede universitaria. Da queste iniziative sicuramente l’economia locale trarrebbe un po’ di ossigeno».


Condividi
Leggi tutto...
 

Liste: si potrebbe arrivare a cinque

Stampa PDF

L’assetto degli schieramenti politici sanleuciani sembra essere ben lontano da una definizione certa.

Se nei giorni scorsi si era data per certa una lista unica targata Pd sotto il nome del candidato sindaco Carlo Alberto Iannace, domenica il comitato ‘Piazza Grande’ ha annunciato che concorrerà con una lista propria alle prossime consultazioni elettorali.

Anche sul fronte del centro-destra i percorsi non sembrano convergere verso la composizione di uno schieramento unico. I leaders emergenti di questa compagine politica sono Nascenzio Iannace e Leucio Zollo. Sembra che i lavori interni al gruppo vogliano convogliare gli orientamenti di tutti gli esponenti verso un nome unico, ma anche qui si registrano delle frizioni che potrebbero portare ad una bipartizione delle parti politiche in gioco.

 


Condividi
Leggi tutto...
 

Cultura della legalità: gli studenti di San Leucio del Sannio incontrano i carabinieri

Stampa PDF

 

Carabinieri nelle scuoleNella mattinata, circa 100 alunni di elementari e medie dell'Istituto Comprensivo “Settembrini” di San Leucio del Sannio, hanno preso parte ad un incontro sulla Legalità tenuto dal Comandante della locale Stazione Carabinieri, Maresciallo Capo Vincenzo Solla.

Senza soluzione di continuità, dunque, l’impegno dell’Arma dei Carabinieri, coordinato dal Comando Provinciale di Benevento, nell’affrontare, insieme ai giovani studenti ed agli insegnanti, le tematiche del vivere civile, allo scopo di sensibilizzare e responsabilizzare i ragazzi sulla pericolosità delle cd devianze.


Condividi
Leggi tutto...
 

Sempre più Comuni in affanno - Si allarga la mappa dei municipi in difficoltà nel pagamento degli stipendi

Stampa PDF

 

Comune di San LeucioSan Leucio del Sannio è solo il caso più attuale ed eclatante ma non certo l’unico. Molti Comuni della provincia si dibattono in difficoltà economiche tanto serie da mettere a repentaglio i servizi essenziali per i ritardi nel pagamento dei fornitori, e da non riuscire a garantire nemmeno le spettanze mensili ai propri dipendenti.

I dossier critici aperti in provincia sfiorano la decina. Dicevamo di San Leucio del Sannio dove proprio in questi giorni il Comune, attualmente in gestione com­missariale, ha dovuto sospendere il servizio scuolabus per deficit di cassa. In precedenza era stata la raccolta rifiuti a segnare il passo per identici motivi. I dipendenti attendono gli stipendi da tre mesi e sono prossimi allo sciopero.


Condividi
Leggi tutto...
 

Nasce Bing Bang Sannio, l’associazione dei renziani

Stampa PDF

Matteo RenziDalla positiva esperienza dei comitati costituiti durante le primarie del centrosinistra a sostegno della candidatura di Matteo Renzi come leader della coalizione, nasce l’associazione Bing Bang Sannio. Una associazione che vede come soci fondatori molti dei rappresentanti dei suddetti comitati sorti nei comuni sanniti, che hanno deciso di portare avanti con passione e dedizione le idee promosse dal sindaco di Firenze durante la campagna delle primarie, volendo dare un contributo fattivo finalizzato all’ampliamento della base dei militanti e degli elettori del centrosinistra nella nostra provincia.

Convinti fermamente che una militanza fatta di proposte, impegno, partecipazione, rinnovamento ed innovazione sia la migliore alternativa ad una richiesta di consenso da parte di movimenti basati esclusivamente sulla protesta e sulla sfiducia nei confronti della politica.

Per questo l’associazione vuole essere un luogo di elaborazione di idee, di scambio, di proposta, di aggregazione e di valorizzazione di energie nella società in modo da attrarre e coinvolgere chi con la propria esperienza professionale e di vita voglia dare il proprio contributo, anche al fine di formare una nuova classe dirigente che possa e sappia interpretare il tema dell’ interesse generale, tema cardine che spetterebbe alla politica far vivere nella propria azione quotidiana.

L’associazione nasce in rete con la fondazione “Big Bang Campania”, primo esperimento nazionale di network locale, e con la nuova Fondazione per l’ elaborazione della proposta programmatica per il Mezzogiorno. Entrambe nasceranno a giorni e riuniranno esperienze associative, comitati civici, associazioni politiche di tutte le province campane. Il comitato promotore sannita, aperto a quanti vorranno dare un contributo di proposta e di partecipazione, è così composto: Franco Cocca (Sindaco di San Marco dei Cavoti e consigliere provinciale), Giuseppe Addabbo (Sindaco di Molinara), Giuliano Calabrese (Vicesindaco di San Nazzaro), Caterina Meglio (Consigliere comunale di Cerreto Sannita), Rosaria Pisaniello (Presidente SIALP), Cinzia Meccariello (Coordinamento Circolo PD Bucciano), Paolo Meccariello (Coordinamento Circolo PD Bucciano), Nicola Ranaldo (Coordinatore Comitato Renzi Paduli), Franco Cappella (Coordinatore Comitato Renzi Fragneto Monforte), Carlo Falato (Guardia Sanframondi), Dario Pedicini (Foglianise), Giovanni Varricchio (San Leucio del Sannio), Michele Marucci, Carmine del Grosso, Giuseppe Del Grosso (Baselice), Remo Cavoto (San Marco dei Cavoti), Saverio Martucci, Nicola Martucci (San Bartolomeo in Galdo); Comitato Adesso Futuro Benevento, con in testa tutti i soci promotori: Angelo De Marco (Coordinatore), Valerio Fulgione, Rossana Maglione, Paolo Palummo, Francesco Pepiciello, Pio Canu, Antonio Iadicicco, Giovanni Cocchiaro, Francesco Nardone; Comitato Renzi Città Caudina, con in testa il coordinatore Franco Napoletano, i membri del direttivo Roberto Stallone e Pio Virgilio Attanasi, e ancora Giulia Abatiello, Anna Stasi, M. Antonietta Meccariello, Michelangelo Lanni, Carmine Ruggiero, e poi ancora Tommaso Iadevaia (referente Durazzano), Alessandra Iadevaia, Eufrasia Massaro e Luigi Meccariello (referente Moiano), Rolando Massimo Viscariello (referente Arpaia), Ciro Carbone (referente Paolisi); Comitato Adesso Sant’ Agata dei Goti, con Luigi Razzano, Franco Stanzione, Salvatore Augliese,

 


Condividi
Leggi tutto...
 

Giovani e territorio per promuovere sviluppo - Presentati i progetti e le prospettive per il paese

Stampa PDF

I grillini riunitisi ieri nella piazza centrale del Casale Maccabei confermano gli orientamenti espressi nell’incontro della settimana scorsa: «Fino al 27 aprile lavoreremo per favorire la definizione di una lista che possa essere protagonista nella prossima tornata elettorale, ma a prescindere dai risultati che raccoglieremo ci saremo. Saremo un faro. Faremo luce sulla futura gestione del paese».

Dal dibattito emerge con forza il problema della disoccupazione giovanile: «Non bisogna rimandare il compito al governo centrale, gli enti locali possono fare molto per l’occupazione. Spesso il problema è che non si conoscono i canali che mettono in comunicazione i giovani con il mondo del lavoro; ecco il Comune potrebbe aprire un ufficio che favorisca i giovani in questa ricerca». Sulla gestione amministrativa in senso stretto viene precisato che «non si dovrà più parlare di opere pubbliche, non ha più senso. Non si può puntare ad un’amministrazione straordinaria, si deve garantire un livello base di benessere. Ecco perché la futura gestione dell’ente dovrà investire nel sociale. Bisogna riaccendere la luce della speranza nella vita di tutti».

Nel pomeriggio si è tenuto invece il convegno dal titolo ‘Sanleuciani liberi’. Giovanni Varricchio ha aperto la discussione ponendo all’attenzione dei presenti il problema della «indifferenza degli amministratori nei confronti delle contrade».

Carlo Alberto Iannace ha invece chiarito: «Non cerchiamo, come si fa di solito in campagna elettorale, di presentare la squadra più bella. La nuova legislatura prescrive una consiliatura a sette membri, sindaco compreso, è un’opportunità per presentare una compagine politicamente omogenea». E aggiunge: «L’Ente ha ricevuto un preavviso di sospensione del servizio di raccolta rifiuti, cosa che avverrebbe dal 1 maggio».


Condividi
Leggi tutto...
 


Pagina 14 di 57

Sondaggi

Chi è online

 4 visitatori online

Copyright 2012 SanLeucioDelSannio.com - Tutti i diritti riservati.