Benvenuti a San Leucio del Sannio

Divieto di giocare a pallone in piazza

Stampa PDF

Piazza Municipio San LeucioE’ stato disposto con un’ordinanza comunale il divieto di giocare a calcio in piazza F. Zamparelli. Una decisione che avrebbe già sollevato le prime polemiche. Il problema riscontrato, infatti, è la mancanza di spazi da destinare alle attività dei più piccoli, non essendoci strutture o altre aree della paese potenzialmente destinabili al tempo libero dei bambini. I malumori sono già diffusi. Non è improbabile che a breve venga creato un comitato di tutti i cittadini che contestano tale decisione. Nell’ordinanza si legge che la piazza «viene utilizzata impropriamente per partite di calcio spesso arrecando danni a cose ed edifici pubblici, nonché disturbando la pubblica quiete».


Condividi
Leggi tutto...
 

«Noi una ventata di novità» - Intervista al candidato sindaco della lista “Paese mio”

Stampa PDF

 

Albino Ricci‘Paese mio’ è una lista composta da personaggi totalmente avulsi dai precedenti trascorsi amministrativi (tranne in un solo caso retrodatabile di alcuni decenni), che si propone all’elettorato “con volti e prospettive completamente nuovi”. A illustrare il tutto è Albino Ricci, il candidato sindaco.

‘Paese mio’ ha avuto una gestazione che ha coinvolto in prima persona alcuni esponenti del Pd oggi inaspettatamente esclusi dalla competizione. Come si è arrivati a questa scelta e che qual è l’indicazione politica del gruppo?

«La decisione è dovuta alla volontà di presentare una compagine completamente rinnovata. ‘Piazza Grande’ movimento da cui è nata la lista si è fatto portavoce della salvaguardia del principio del cambiamento. Volevamo dei candidati che non avessero niente a che fare con il passato amministrativo. Per quanto attiene all’appartenenza politica, sebbene alcuni candidati abbiano una caratterizzazione in tal senso, nella sostanza si tratta di un’alleanza civica, vicina agli orientamenti del Pd».

Come si è giunti alla definizione della sua leadership?

«Il mio nome non nasce dal nulla. Anche nove anni fa sono stato ad un passo dalla candidatura che poi naufragò qualche giorno prima della presentazione delle liste. Allora le forze del centro-sinistra confluirono nella lista capeggiata da Furno. Ma a prescindere da questo dato sono sempre stato un attento osservatore della gestione amministrativa; questo è il momento propizio alla mia candidatura, ho maggiore disponibilità di tempo e di energie. Mi dedicherò completamente alle cause della trasparenza e del rinnovamento totale del paese».


Condividi
Leggi tutto...
 

Delitto Pisano, via al processo

Stampa PDF

Ammissione dei mezzi di prova, il no della Corte di Assise (presidente Rinaldi) alla richiesta della difesa di rito abbreviato condizionato all’esecuzione di una perizia, il rinvio al 24 maggio. Si è chiusa così la prima udienza del processo a carico di Marcel Sorinel Cojoc (avvocato Alberto Simeone), 31 anni, rumeno, accusato dell’omicidio di Antonio Pisano, 52 anni, un agricoltore di San Leucio del Sannio, che il 9 luglio del 2010 era stato aggredito e colpito violentemente alla testa.

Soccorso, era stato trasportato al ‘Rummo’ in gravi condizioni. Due settimane più tardi il suo cuore si era fermato per sempre. Il dramma si era verificato alla contrada San Marcello di San Leucio del Sannio, all’interno di una baracca di legno in un terreno di proprietà della vittima. Erano stati i familiari a dare l’allarme dopo aver rinvenuto il loro congiunto a terra, privo di sensi e con profonde lesioni al capo. Trasportato da un’ambulanza in ospedale, il 52enne era stato operato e giudicato in prognosi riservata per un’emorragia cerebrale post-traumatica.


Condividi
Leggi tutto...
 

Centrella (Movimento Civico per S. Leucio del Sannio) al fianco di Feleppa

Stampa PDF

“Mi batterò per ogni disagio, per avere servizi e strutture adeguate. I personaggi forti e potenti si sono sempre serviti del voto delle persone più deboli per rafforzare il proprio potere e i propri interessi. Noi non siamo persone potenti ma useremo i voti di chi vorrà sostenerci per dare ad ogni cittadino il potere di far valere i propri diritti ed ottenere quello che gli spetta, dal lavoro, all’educazione, dai servizi sociali a quelli sanitari”: è questo il manifesto politico di Giovanni Centrella, che è al fianco del candidato sindaco Eugenio Feleppa nel Movimento Civico per San Leucio del Sannio.

Fonte: ilvaglio.it


Condividi
 

Varricchio: «Ho sempre cercato l’unità»

Stampa PDF

Giovanni Varricchio, candidato consigliere di ‘Uniti per la nostra terra’, rilascia le prime dichiarazioni dopo la bufera che ha travolto le varie anime della politica sanleuciana nelle ultime settimane.

“Riguardo alla deriva inaspettata – e impensabile fino a qualche settimana fa – raggiunta dopo gli avvenimenti che hanno portato alla composizione delle liste, trovo necessario puntualizzare alcune mie posizioni e pensieri che credo giustifichino una mia scelta così radicale, quella di aderire al gruppo ‘Uniti per la nostra terra’. Nell’accingermi al confronto coi partecipanti al tavolo istituzionale della lista ‘Paese mio’ ho da subito constatato con grande amarezza quanto a spadroneggiare fosse la totale anarchia: posizioni diverse, soggetti che non credevo – e non credo tutt’ora- fossero realmente rappresentativi né del Pd né del centro-sinistra in generale. Anime, queste, forse più impegnate a scontrarsi per questioni personali piuttosto che per il bene del paese, che riproducevano soltanto le faide che da oltre trent’anni perdurano tra le fila del partito e che in perfetta coerenza con la mancanza di una linea unica e realmente ‘democratica’, hanno portato all’imprevedibile esclusione di alcune persone dai giochi politici comunali”.


Condividi
Leggi tutto...
 

Editoria, il sannita Iannace alla guida del mensile Pro Life: "L'obiettivo è l'abrogazione della legge 194"

Stampa PDF

 

IannaceIl sannita Beniamino Iannace è il nuovo presidente della M.P. Società Cooperativa Giornalistica Arl, editrice della rinomata rivista Pro Life. Iannace, 32enne originario di San Leucio del Sannio, vive da anni a Roma dove lavora presso uno studio legale.

Alla passione per la legge affianca da sempre un’altra per la politica: nel giugno 2009 ha partecipato alle elezioni europee come candidato nelle liste di Forza Nuova.

Da poco più di due settimane, invece, la nuova avventura nel campo dell’editoria, con l'obiettivo di dare nuova linfa ad un periodico scientifico e culturale di levatura nazionale. La rivista Pro Life, mensile fondato da Toni Brandi che distribuisce circa 20mila copie in tutte le regioni italiane, si occupa infatti di notizie dall’Italia e dal mondo ospitando articoli che trattano i temi della Famiglia e della Vita, dal concepimento alla morte naturale, avvalendosi della collaborazione di diversi medici, filosofi ed esperti.

Inoltre, organizza dibattiti, proiezioni di film e spettacoli teatrali per sensibilizzare l’opinione pubblica in difesa di questi temi.

"L’iniziativa Prolife – spiega il giovane presidente della società editrice, che ha sede a Merano, in Trentino Alto Adige - vuole coinvolgere tutti coloro che, cristiani, credenti di altre religioni e non credenti, concordano sul fatto che l’aborto è il più ignobile degli omicidi, perché perpetrato contro una persona inerme, incapace di difendersi".


Condividi
Leggi tutto...
 

Zollo: non temiamo nessuno

Stampa PDF

 

Leucio ZolloLeucio Zollo, leader del gruppo ‘Uniti per la nostra terra’, rilascia ad Ottopagine le sue prime dichiarazioni da candidato alla carica di primo cittadino. Già da tempo era nell’aria la sua candidatura a sindaco ma si parlava anche di un’alleanza di centro-destra che comprendesse Nascenzio Iannace, oggi capolista di ‘Rinascita sanleuciana’.

Quali sono stati meccanismi che hanno portato alla formazione del suo gruppo e come mai non si è creata una convergenza con Iannace?

“La mia candidatura è nata dalla volontà di alcuni amici storici che mi hanno indicato come ideale primo cittadino e mi hanno sostenuto. È venuta naturalmente per il mio modo di fare, perché ci tengo alla comunità e quando ho potuto, ho sempre apportato il mio aiuto. Sono un sanleuciano doc. Iannace era con me all’opposizione nell’ultima amministrazione, ma ad un certo punto si è staccato creando un gruppo autonomo. Prima che l’amministrazione si sciogliesse gli ho chiesto più volte di stare uniti, ho continuato a farlo anche dopo, proprio per creare un gruppo coeso, ma non c’è stata disponibilità”.

Nonostante questa ‘scissione’ attraverso la pagina facebook della sua lista ha rivolto a Iannace i suoi auguri, ponendo un sigillo di pace. Una politica del fair-play?

«Mi ispiro al rugby, nel momento della competizione si combatte ma dopo si festeggia insieme. Se vincessimo noi, apriremmo subito alla minoranza. Al contrario se dovessimo perdere saremmo disponibili alla collaborazione. Voglio lasciarmi alle spalle le polemiche, mi auguro che sia una competizione priva di polemiche sterili».

Nel suo gruppo è presente Giovanni Varricchio, esponente del Pd, ma si era parlato anche di trattative con Albino Ricci, l’altra anima del democratici sanleuciani. Quali sono state le trattative e come si sono svolte?

«Abbiamo interloquito con tutte persone moderate, come lo è Varricchio, e che intendessero perseguire risultati con tranquillità senza pensare di demolire qualcun altro. Abbiamo parlato con Ricci, ma non con Carlo Alberto Iannace (altra ‘ala’ del Pd ndr), lui non ha voluto. Benché meno con il ‘Movimento civico’, è un gruppo nuovo».


Condividi
Leggi tutto...
 

Comunali. San Leucio del Sannio, Feleppa: “San Leucio avrà una veste nuova”

Stampa PDF

Eugenio Feleppa

“Sono pronto con quanti hanno contribuito a mettere su il nostro programma a scendere nell ‘arena. Il combattimento spero sia leale perchè i colpi bassi fanno terribilmente male e non servono a risolvere minimamente la problematiche che hanno affievolito negli ultimi trent’anni le energie del nostro San Leucio”. Così Eugenio Feleppa, candidato alla carica di sindaco con la lista n°3 ‘MOVIMENTO CIVICO per SAN LEUCIO DEL SANNIO’.

“Non voglio assolutamente accusare nessuno - continua Feleppa - perchè è un diritto che non voglio e non posso pretendere in quanto anche io ho fatto poco, scelte sbagliate, ho creduto che rimuovere ostacoli fosse impossibile, ho cercato fuori un paradiso che potesse darmi risposte valide alle mie aspettative di giovane in cerca di pianificazioni progettuali che potessero realizzare i miei sogni di ragazzo. Un ragazzo non lo sono più, sono entrato negli ….anta e col senno di poi mi sono guardato intorno e ho cercato, cerco, nella mia terra di realizzare quel progetto che non può nascere dal sogno ma dal lavoro, dall’impegno concreto che la mente può elaborare e la mani fare. Il progetto è stato disegnato: la lista n°3 Movimento Civico per San Leucio del Sannio che mi vede come leader ha analizzato la situazione attuale del paese e per ogni caso critico che lo vede coinvolto ha stilato un percorso di risanamento che cercherà di risolvere gli strappi sociali, economici, culturali, che dagli anni settanta in poi si sono avuti sul nostro tessuto. Dico risanare gli strappi e non indossare un vestito nuovo perchè per quello ci vorrà tempo, tempo e lavoro ma è necessario che il nostro paese acquisti credibilità a livello individuale prima comunale e provinciale poi. Bisogna gettare via quel senso di capitolazione che avvilisce il cittadino cominciando a coinvolgerlo direttamente e fattivamente nel programma di risanamento che il mio gruppo si è proposto. Non si può arrivare agli ….anta e non sapere ancora, cosa si può fare da grandi. In questo caso i corsi di formazione professionali previsti dal gruppo che rappresento serviranno ai giovani a dire “io sono, io so, io posso”. La qualifica professionale serve per creare attività, lavoro, imprese che diano prestigio e fondi al nostro territorio. Dalle forze lavoro altamente professionali il nostro paese potrà risollevarsi prima economicamente e poi socialmente e culturalmente.

 

 


Condividi
Leggi tutto...
 

Rispetto alle elezioni del 2009 il doppio delle liste

Stampa PDF

Una competizione foriera di contese: è questo il dato che connoterà la campagna elettorale che si appresta ad avviarsi. Rispetto alle elezioni del 2009 la politica sanleuciana si presenta all’appuntamento alle urne con uno scenario completamente diverso.

Allora furono due le liste presentate: ‘Lista civica orgoglio sanleuciano’ con Carlo Iannace candidato sindaco e la lista targata ‘Il Popolo della libertà’ con Romeo Furno Capolista. Completamente diverso risulta il quadro politico attuale.

Quattro sono le liste presentate: ad eccezione della lista del ‘Movimento civico per San Leucio del Sannio’ espressione di un gruppo di attivisti del MoVimento 5 stelle con Eugenio Feleppa candidato sindaco, le altre tre (‘Uniti per la nostra terra’ di Leucio Zollo, ‘Rinascita sanleuciana’ con Nascenzio Iannace e ‘Paese mio’ con Albino Ricci) sono il frutto di divisioni consumatesi all’interno del Pd e del centro-destra.

 


Condividi
Leggi tutto...
 


Pagina 14 di 58

Sondaggi

Chi è online

 1 visitatore online

Copyright 2012 SanLeucioDelSannio.com - Tutti i diritti riservati.