Benvenuti a San Leucio del Sannio

NCD di San Leucio del Sannio sui fondi per la frana: “No a speculazioni elettorali”

Stampa PDF

"Finalmente sono stanziati i fondi per il risanamento della frana lungo la strada provinciale 1 Cardelli. Con il provvedimento della Giunta Regionale, che ha destinato 365.000 euro per i lavori, così il principale collegamento tra Benevento e San Leucio del Sannio tornerà pienamente fruibile e sarà evitato il rischio di isolamento per l'intera dorsale". Lo afferma Beniamino Iannace presidente del circolo Ncd di San Leucio del Sannio che stigmatizza però l'atteggiamento di alcuni esponenti politici sulla vicenda: "Notiamo in questi giorni una corsa ad attribuirsi il merito di questo provvedimento. C'è chi pur non facendo nemmeno parte dell'organo che ha deliberato lo stanziamento dei fondi, si attacca stelle sul petto e fa propria una decisione che in realtà non gli appartiene. Il dato fondamentale è che sta per risolversi una problematica di notevole interesse per l'intera comunità ma non sono tollerabili speculazioni sui disagi dei cittadini da parte di chi agisce pensando di andare poi a raccogliere un tornaconto elettorale negli imminenti appuntamenti, a partire da quello regionale.

Abbiamo sempre sostenuto che su vicende come queste dovesse prevalere l'interesse comune prescindendo dagli schieramenti di appartenenza ed abbiamo sempre invocato l'unione delle forze per giungere alla risoluzione, proponendo anche un tavolo unico tra tutti i Comuni toccati dalla strada provinciale. L'obiettivo è stato centrato con il finanziamento e tutti – afferma Iannace – esprimiamo soddisfazione e gioiamo. Vogliamo tuttavia ricordare innanzitutto a noi stessi e poi a chi pensa di ingannare i cittadini, che considera solo elettori, come sono andate le cose. Per mesi la vicenda è rimasta nel dimenticatoio e tutti gli appelli dell'Amministrazione hanno ricevuto una serie di no dalla Provincia che prima ha negato i fondi e poi ha addirittura attribuito la responsabilità del risanamento della frana al privato proprietario del fondo.


Condividi
Leggi tutto...
 

San Leucio del Sannio: organizzazione della festa patronale, le precisazioni del sindaco e del parroco

Stampa PDF

Il sindaco di San Leucio del Sannio, Nascenzio Iannace, e il parroco don Gaetano Papa Kilumba hanno inviato una nota relativa all'organizzazione della festa patronale e volta a fare chiarezza sulla distinzione delle competenze per la programmazione delle attività religiose e di quelle civili.

"L’avvicinarsi delle festività in onore di San Leucio Vescovo, in San Leucio del Sannio, - scrivono - sembra destare qualche perplessità in più di una persona. Perciò sembra necessario che un chiarimento sia fatto.

Per motivi interni alla Parrocchia di San Leucio Vescovo e alla sua vita pastorale, il parroco pro tempore e i suoi collaboratori hanno deciso di dedicarsi unicamente alla dimensione religiosa della memoria estiva del suo Santo Patrono, nel rispetto delle disposizioni della Chiesa Universale e le normative diocesane in materia delle feste religiose e devozioni popolari.


Condividi
Leggi tutto...
 

Frana a San Leucio del Sannio, Lonardo: "I fondi sono disponibili". Per Arpaise appello alla Provincia

Stampa PDF

"Ho sentito l’esigenza di consultare ancora una volta l’assessore Edoardo Cosenza in merito alle frane di San Leucio e di Arpaise’’. E’ quanto afferma il consigliere regionale sannita, Sandra Lonardo.

"L’assessore, che ringrazio davvero per la piena disponibilità, ha confermato che per San Leucio la soluzione del problema è cosa certa. I fondi necessari, infatti, sono disponibili. Più delicata si presenta, invece, la situazione che riguarda la frana nel Comune di Arpaise.

L’assessore mi ha ribadito che c’è la necessità che la Provincia di Benevento fornisca tutta la documentazione, per permettere ai tecnici dell’Assessorato di attivarsi e di provare a reperire i fondi.

 


Condividi
Leggi tutto...
 

IL FOULARD DELLA REGINA di Pietro Zerella

Stampa PDF

Maria Sofia Regina del Regno delle Due Sicilie“Il foulard della Regina” (La stella cadente Edizione, E. 15), inquadrabile nella categoria dei romanzi storici, è il titolo dell’ultimo lavoro di Pietro Zerella, giornalista e scrittore sannita con all’attivo numerose pubblicazioni soprattutto di carattere storico ed animatore di un premio di poesia.

Ambientato nel Mezzogiorno d’Italia negli anni che vanno dalla lontana Francia post-rivoluzionaria contro l’Europa dell’”Ancient regime” e, dunque, anche contro i Borbone, passando per il Risorgimento  e l’Impresa dei Mille, la nascita del Regno d’Italia sotto i Savoia, le tragedie del brigantaggio, il dramma dell’emigrazione, fino al carnaio della Prima Guerra Mondiale, “Il foulard della Regina” segue le vicende della famiglia Campanella, a cominciare da Carlo, leale servitore del re delle due Sicilie, trasferitosi a San Leucio del Sannio da San Leucio di Caserta.

La ricostruzione della (immaginaria) vita dei protagonisti del romanzo, collegati talvolta al centro di eventi epocali cui partecipano o a cui assistono, è accompagnata spesso dall’Autore con brevi inserti di documenti ufficiali relativi ai fatti narrati per dare maggiore forza evocativa alla pagina romanzata, per “trasportare” il Lettore nel cuore degli eventi descritti e per corroborare le stesse affermazioni di fondo sottese alla trama.

Molti e variegati sono i fattori che invogliano alla lettura del testo, spesso commuovendo o intenerendo: il più forte e ricorrente è la fedeltà “di bandiera” alla Casata dei Capetingi” nutrita dai Campanella.

La storia narrata da Zerella prende la sua piega decisiva quando Ferdinando Campanella, figlio di Carlo, fu avvinto da una vera e propria devozione per la Regina Maria Sofia, moglie dell’ultimo Re di Napoli, Francesco II, soprannominato “Franceshiello”: il giovane e aitante Campanella, che indossava la divisa proprio dell’esercito napoletano, salvò da sicura morte la regina durante il terribile assedio dei piemontesi a Gaeta, la piazzaforte sul Tirreno che vide l’agonia e quindi la fine del Regno borbonico e di fatto la nascita del Regno ‘d’Italia.

 


Condividi
Leggi tutto...
 

S. Leucio del Sannio, incendio domato grazie a Guardie Enpa

Stampa PDF

Incendio a San LeucioDomato un incendio boschivo in località zona industriale San Leucio del Sannio alle coordinate longitudine, grazie all’intervento del Nucleo Provinciale Guardie Zoofile dell’Enpa, in collaborazione con l’ATC di Benevento, che si sono impegnate a reprimere il dilagante fenomeno degli incendi boschivi estivi ed il monitoraggio, vigilanza zoofila ed ambientale, e controllo del territorio provinciale di Benevento.


Condividi
Leggi tutto...
 

Il Coordinamento Provinciale NCD Giovani sulla frana a San Leucio del Sannio

Stampa PDF

NCD“Finalmente sono stati installati i semafori per regolare il senso alternato sul tratto della strada provinciale 1 Ciardelli interessato dalla frana, un intervento che accogliamo con soddisfazione”.

Il presidente del circolo Ncd di San Leucio del Sannio Beniamino Iannace commenta così la decisione della Provincia. “Era una questione che avevamo posto e un primo passo è stato fatto, in questo modo sarà infatti possibile tutelare l'incolumità pubblica dei cittadini considerata la pericolosità del tratto ridotto ad una sola corsia. Con il semaforo che disciplina la circolazione sarà possibile scongiurare questo pericolo”.

 


Condividi
Leggi tutto...
 

Da dipendente a proprietario d’azienda, la storia di Catiello: riceverà la cittadinanza onoraria a San Leucio del Sannio

Stampa PDF

San leucioClasse ’51, di origini sannite, Antonio Catiello vive e lavora a Rivoli, in provincia di Torino. E proprio dal Piemonte, appena ventenne, partì per il suo primo trasporto eccezionale in Inghilterra come autista neo assunto in una ditta di trasporti.

Nel 1978, dopo pochi anni dall’assunzione, Catiello quella ditta per la quale lavorava come dipendente, la TCT (Trasporti Celeri Torinesi), la rileva divenendone proprietario: da allora una serie di sfide affrontate e vinte. Tanto da ricevere a breve la cittadinanza onoraria di San Leucio del Sannio.


Condividi
Leggi tutto...
 

Frana San Leucio, Lonardo: al fianco del sindaco per trovare soluzione efficace

Stampa PDF

‘’In merito alla frana che ha interessato una contrada del Comune di San Leucio del Sannio, ho sentito il sindaco, Nascenzio Iannace, per concordare ogni iniziativa che possa contribuire a risolvere la delicata questione. Da parte sua, il sindaco, anche su mio invito, ha parlato con l’assessore regionale ai Lavori pubblici, Edoardo Cosenza, che pure si è dimostrato pienamente disponibile ad intervenire per quanto di sua competenza’’.

Lo rende noto il consigliere regionale Sandra Lonardo


Condividi
Leggi tutto...
 

Frana a San Leucio, Iannace (NCD) replica alla Lonardo: “Basta propaganda, serve un fronte comune”

Stampa PDF

Frana“Un'anomala asimmetria informativa o una scarsa conoscenza della vicenda, possono essere queste le uniche motivazioni delle dichiarazioni del consigliere regionale Sandra Lonardo rispetto alla frana della strada provinciale Ciardelli”. E' quanto afferma Beniamino Iannace, presidente del circolo Ncd di San Leucio del Sannio che prosegue: “Non vogliamo immaginare che questo sia soltanto l'ennesimo spot e che il consigliere regionale con parole sommarie riguardo a un suo presunto interesse voglia fare propaganda su una problematica dei cittadini.

Allora preferiamo ricordare a Sandra Lonardo lo stato delle cose. Quando sostiene di aver interloquito con l'assessore ai Lavori Pubblici della Regione Campania, che si sarebbe mostrato disponibile ad intervenire, probabilmente non sa, o finge di non sapere che proprio il settore Lavori Pubblici della Regione ha negato la possibilità di intervento sul tratto franato.


Condividi
Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 56

Sondaggi

Chi è online

 1 visitatore online

Copyright 2012 SanLeucioDelSannio.com - Tutti i diritti riservati.